GENOVA

Vincenzo Mollica: «Sarò ancora una volta sul balconcino di Sanremo»



Rosaria Corona

13 Gennaio 2020

Genova –  L’appello che il suo grande amico Fiorello aveva lanciato lo scorso ottobre non è rimasto inascoltato: tra i protagonisti della settantesima edizione del Festival di Sanremo ci sarà anche Vincenzo Mollica con i suoi storici collegamenti dal balconcino che si affaccia  sull’ingresso del teatro Ariston. Ad annunciarlo è stato proprio il 67enne giornalista, volto storico della Rai, ospite da Fabio Fazio a Che tempo che fa:«Ci sarò ancora sul balconcino di Sanremo, perché generosamente l’amministratore delegato della Rai Fabrizio Salini, il mio direttore Giuseppe Carboni e l’affetto che Fiorello ha scatenato hanno fatto prolungare la mia pensione che doveva essere il 27 gennaio al 29 febbraio», ha commentato Mollica che in studio ha mostrato i segni del morbo di Parkinson, di cui soffre da tempo.

Non solo la conferma della sua presenza alla tanto attesa manifestazione canora, ma anche i ricordi della sua strepitosa carriera, in particolare la grande amicizia che lo ha legato all’indimenticabile Federico Fellini.

Tornando indietro negli anni, Mollica ha raccontato, tra gli episodi più curiosi, di quella volta in cui il regista non avendo voglia di andare a Los Angeles per ritirare l’Oscar alla carriera, gli consegnò una cassetta con su registrato il discorso di ringraziamento da recapitare ad un certo signor Katz, direttore artistico dell’Academy Awards. Una volta tornato dall’America, Fellini gli chiese una sola cosa: «Ma che faccia aveva questo Katz?». «E’ stato un grande, per me è stata una benedizione straordinaria averlo incontrato», ha concluso il giornalista.

 

Commenta qui