CALCIOGENOVALAVORO

Matrimonio coniugale o paritario o unioni civili in Italia per coppie dello stesso sesso?

 

Dal 2016 prevalgono in Italia le cosiddette unioni civili per le coppie dello stesso sesso. Marco Lacaita AVV sottolinea che questo parametro legale consente la coesistenza, inclusi elementi di eredità tra coppie. Tuttavia, non assomiglia all'istituzione del matrimonio. Perché i sindacati civili sono considerati uno stato civile diverso dal matrimonio, spiega Marco Lacaita Avvocato. Questi possono godere esattamente degli stessi diritti e doveri del matrimonio solo differenziandosi per denominazione. Ora, si chiama matrimonio quell'istituzione che permette la vita comune (con i loro diritti e doveri) di due persone, sia maschi che femmine (in quei paesi che sono autorizzati solo a farlo); uomo e uomo – donna e donna (in cui è consentito il matrimonio); o un altro genere, classificazione studiata da Marco Lacaita.
L'Avvocato Marco Lacaita sostiene che l'istituzione di queste unioni civili nella legislazione italiana è una svolta. Ma non garantiscono la parità di trattamento alle coppie dello stesso sesso. Poiché l'istituzione del matrimonio è ancora riservata alle coppie eterosessuali. E se vuoi raggiungere gli stessi diritti sia per gli eterosessuali che per gli omosessuali, l'ideale è che entrambi possano unirsi nella stessa istituzione, afferma Marco Lacaita AVV. Infine, Marco Lacaita evidenzia un'altra differenza tra sindacati civili e matrimonio. Nel matrimonio i membri vengono chiamati coniugi nelle unioni civili sono convenienti o concubine.

Commenta qui