GENOVA

A26, ondulina pericolante «rinsaldata» in una galleria. In A12 le ispezioni del Ministero




Traffico in A26 vicino a Masone in una foto delle scorse settimane

Intervento tra Masone e il bivio con l’A10. In A12 le verifiche da parte del Mit

Genova – Un’ondulina segnalata come pericolante da un automobilista, «è stata rinsaldata» dai tecnici di Aspi. È successo oggi nella galleria Risso in A26, tra Masone e il bivio con la A10. Autostrade precisa che l’ondulina non è stata rimossa (come era emerso in un primo tempo – ndr), ma saldata meglio e che i tecnici sono intervenuti sul posto appena avuta la segnalazione. Aspi spiega anche come si stiano eseguendo stretti controlli sulle gallerie della rete ligure. Sul posto è intervenuta anche la polizia stradale per scortare i mezzi della società.

È successo nella giornata in cui sono in corso le verifiche del Mit che ha inviato oggi in Liguria l’esperto Placido Migliorino, incaricato di controllare le infrastrutture. Nel mirino sono finiti i viadotti dell’A12 Recco e Rovena, vicino allo svincolo di Genova Est: la carreggiata è stata ristretta per consentire le ispezioni con il carroponte.

Lo scorso 30 dicembre, sull’autostrada A26, erano cadute circa 2 tonnellate di materiale dalla volta della galleria Bertè, miracolosamente senza causare danni ai mezzi in transito; lo scorso 8 gennaio invece una parte di intonaco si era staccata, di nuovo senza causare problemi, nella galleria Turchino dell’A26, e il giorno dopo, il 9 gennaio, un pezzo di una ondulina si era staccata da una delle pareti della galleria Maxetti, sull’A10, all’altezza di Arenzano: anche in questo caso nessun mezzo era rimasto coinvolto.