SONDAGGI

orario, dove vederla, regolamento e probabile formazione della sfida decisiva per la salvezza – Corriere dell’Umbria



Nicola Uras

13 agosto 2020

Salvezza o retrocessione, vita o inferno. Tutto in una notte. Domani al Curi va in scena il secondo round play out che deciderà di resterà in Serie B e chi andrà in C tra Perugia e Pescara (all’andata vittoria dei pescaresi in rimonta 2-1). Attenzione, il gol in trasferta non vale doppio: il Perugia per salvarsi deve solo vincere. Se lo fa con un gol di scarto la partita si trascinerà ai supplementari (e nel caso eventuali rigori), altrimenti se vince con due reti di margine sarà festa grande dopo un’annata travagliata che nelle ultime settimane ha preso i contorni dell’incubo.

Massimo Oddo – rimasto ancora una volta in silenzio – dovrà fare a meno di Angella (squalificato), Di Chiara (non è riuscito a recuperare) e Falasco (guaio muscolare subito nella sfida di andata). Il tecnico nel ritiro blindato di Cascia ha preparato la rimonta, da valutare se abbandonerà il 3-5-2 per abbracciare nuovamente il 4-3-2-1.

Nel primo ci sarebbe l’inserimento di Nzita sulla corsia sinistra, la probabile conferma del resto dell’undici che ha perso a Pescara e il nodo Iemmello. In caso di virata sulla difesa a quattro ci sarebbero tre giocatori per due maglie (Rosi, Mazzocchi e Nzita), un dubbio nel ruolo di mezzala Nicolussi Caviglia o Dragomir per Falzerano che potrebbe anche slittare nel reparto offensivo dove la presenza del capocannoniere biancorosso Iemmello è sempre il dubbio amletico di Oddo (considerando che Melchiorri e Buonaiuto non sono al meglio). Probabile totale conferma invece di Fischio d’inizio alle ore 21, diretta tv su Dazn, arbitra Aureliano di Bologna.