SONDAGGI

salvò la vita a due motociclisti – Corriere dell’Umbria



Chiara Silvestrucci è il Samaritano 2020. Il 17 ottobre a Petrignano d’Assisi verrà assegnato il premio alla giovane umbra che salvò la vita a Valeria. Era il 12 ottobre 1972 quando il petrignanese Giancarlo Tofi soccorreva coraggiosamente un ciclista caduto lungo la statale 147 che congiunge Petrignano d’Assisi a Bastia. Mentre Giancarlo cercava di chiedere aiuto agli automobilisti in transito, una macchina a forte velocità lo investì in pieno. Alcuni cittadini di Petrignano, a ricordo di Giancarlo e di tutte le vittime della strada, pensarono quindi di istituire un premio da assegnare ogni anno a una persona che si fosse distinta per un gesto di coraggio e solidarietà stradale. Il trofeo venne denominato “Il Samaritano” in riferimento alla parabola evangelica, ai valori universali di altruismo e amore per il prossimo. Dopo l’assegnazione alla memoria di Eugenio Fumagalli nel 2019, quest’anno il premio sarà assegnato a Chiara Silvestrucci, giovane nocerina che, mentre rientrava da una giornata al mare lungo la SS77, si è accorta di due motociclisti che giacevano sull’asfalto in gravissime condizioni a seguito della perdita di controllo del loro mezzo. Chiara si è fermata, ha chiamato i soccorsi e li ha attesi, facendo quanto le era possibile per non far perdere i sensi a una delle persone coinvolte. “Sono stati minuti interminabili”, ha affermato la ragazza. La cerimonia di assegnazione del Trofeo si svolgerà il 17 ottobre al Parco Samaritano di Petrignano.